Vai al contenuto

MARBLETECH

VIRTUAL CAMPUS

Virtual Campus è una PMI di sviluppo, formazione e consulenza nei settori del Technology Enhanced Learning, dei Serious Games e dei Sistemi Informativi. La sua visione è quella di promuovere attivamente lo sviluppo della Società della Conoscenza supportando enti pubblici e privati nel processo di progettazione e sviluppo di strategie e progetti che portino a maggiori benefici per la società. Situato a Porto, nel nord del Portogallo, Virtual Campus ha forti rapporti con varie università e aziende della regione e ha collaborato con successo con autorità locali e regionali, associazioni di imprese e aziende specializzate. Virtual Campus è infatti uno spin-off della ricerca e del lavoro sviluppato dal gruppo di ricerca e sviluppo GILT, dell’Instituto Superior de Engenharia do Porto. Lo staff del Virtual Campus forma un team multidisciplinare con background accademici in diverse aree.

CRE.THI.DEV

CRE.THI.DEV è una società senza scopo di lucro, fondata nel 2012 dal signor Dimosthenis Papakonstantinou, amministratore delegato, per più di 20 anni, di ELKEDE TECHNOLOGY & DESIGN CENTER SA, un istituto di ricerca e tecnologia del settore pubblico e membro o presidente di numerosi comitati e associazioni nazionali ed europee. ELKEDE, come RTO, ha avuto una presenza dinamica nel campo delle calzature in pelle, della tecnologia tessile e dell’abbigliamento, del controllo qualità.

UNIVERSITA' DEL BOSFORO (BU)

L’Università Bogazici (BU) è stata fondata formalmente nel 1971. Ha quattro facoltà, sei istituti di specializzazione, due scuole (Scuola di Lingue Straniere e Scuola Professionale di Scienze Applicate) e 32 centri di ricerca. Le facoltà e le scuole offrono studi universitari a circa 16.000 studenti, mentre gli istituti offrono programmi di laurea per circa 4.000 studenti. La lingua di insegnamento presso l’Università è l’inglese. Il personale permanente è 939 accademico e 984 amministrativo. È approvato dalla European Universities Association (EUA) e la Facoltà di Ingegneria è la prima facoltà accreditata ABET in TR. La BU è membro di diverse reti universitarie internazionali che condividono lo stesso obiettivo di rafforzare la cooperazione accademica tra i suoi membri: IAU – International Association of Universities; Magna Charta Universitatum; EUA – Associazione delle Università Europee; Unimed – Unione delle Università del Mediterraneo; La rete di Utrecht; Rete delle università del Mar Nero; SEFI – Società Europea per la Formazione in Ingegneria, Rete di Formazione Continua delle Università Europee (EUCEN).

CENTRO TECNOLOGICO MARMI, PIETRE E MATERIALI (CTM)

Il Centro Tecnologico del Marmo, della Pietra e dei Materiali (CTM) si trova a Cehegín, nel nord-ovest della regione di Murcia, un luogo con una lunga tradizione nel settore estrattivo. CTM nasce nel 1996 come Associazione Nazionale delle Imprese della Ricerca per offrire un’enclave regionale per l’erogazione dei servizi necessari allo sviluppo tecnologico e alle imprese innovative nel settore del marmo e della pietra e, dal 2010, in quello delle costruzioni. Oggi il numero delle aziende associate al marchio comunitario è di 65, principalmente proprietari di cave, fabbriche e imprese di costruzione in tutta la Spagna, e sono 20 le persone che lavorano nel Centro (chimici, architetti, ingegneri, ingegneri minerari, geologi, ingegneri delle telecomunicazioni, ecc.) .).

DESINOPE

DESINOPE è una piccola società di ingegneria e sviluppo aziendale con sede a Elche (Alicante-Spagna), che fornisce sviluppo commerciale, manageriale e tecnico alle aziende calzaturiere/pelletteria e tessili e ai loro fornitori, fornitori di tecnologia alle aziende manifatturiere e aziende di valorizzazione dei rifiuti. L’insieme dei servizi è focalizzato in sette aree: sviluppo ICT, sviluppo del modello di business, analisi e sfruttamento dei dati intelligenti, laboratorio di innovazione dei materiali, progettazione e sviluppo di dispositivi elettronici, strategia di diffusione e comunicazione, prodotti e processi di sostenibilità.

UNIVERSITA' DI PISA

L’Università di Pisa è un’istituzione pubblica di lunga tradizione, profondamente radicata nel proprio territorio e pienamente integrata nella comunità scientifica internazionale. Ha venti dipartimenti, che coprono tutte le principali aree di insegnamento e ricerca. Si colloca ai primi posti a livello internazionale e dispone di centri di ricerca di alto livello, tra gli altri, in agricoltura, astrofisica, informatica, ingegneria, medicina e medicina veterinaria. UNIPI offre 58 corsi di laurea, 74 di laurea e 28 di dottorato, 68 programmi di specializzazione di terzo ciclo e circa 80 programmi più brevi, incluso un MBA. Conta oltre 52.00 studenti, 2.900 professori e ricercatori e 1.500 addetti al personale tecnico-amministrativo. L’UNIPI ha un ruolo internazionale, nazionale, regionale e locale e guida importanti reti internazionali di ricerca e formazione.

ISTITUTO PER IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO E L'INNOVAZIONE (ITTI)

L’Istituto per il Trasferimento Tecnologico e l’Innovazione (ITTI) lavora per la creazione e lo sviluppo di un’infrastruttura nazionale per l’innovazione, la diffusione di nuove conoscenze, la stimolazione dell’imprenditorialità tecnologica, il trasferimento di conoscenze e tecnologie e l’applicazione sul mercato di prodotti innovativi. Le attività dell’Istituto fungono da meccanismo per lo sviluppo e il finanziamento della ricerca, dello sviluppo e dell’applicazione delle innovazioni. L’obiettivo fondamentale del lavoro dell’Istituto è lo sviluppo della cooperazione tra l’impresa e la comunità scientifica.

CGS

CGS opera da oltre venticinque anni nei settori della ricerca applicata, della consulenza industriale e dell’ingegneria civile. CGS è stata fondata nel 1990 da tre soci provenienti da diversi background lavorativi e da specializzazioni post-laurea in Ingegneria: PhD e Master. Già durante le loro esperienze universitarie, un obiettivo comune tra i partner era quello di confrontarsi con i settori della ricerca e dell’industria. La ferma volontà di CGS e la sua reale strategia di lavoro consiste nel realizzare interventi volti a ridurre il tradizionale divario tra innovazione e concreta applicazione, cioè tra ricerca e industria.

INTERNAZIONALE MARMI E MACCHINE CARRARA SPA (IMM)

Internazionale Marmi e Macchine Carrara SpA (IMM), forte dei suoi circa 25 dipendenti, è un’azienda a maggioranza pubblica (Regione Toscana e Comune di Carrara come principali stakeholder) operante, dal 1978, in varie attività legate al settore della pietra naturale, e relative tecnologie, attività promozionali. L’attività principale dell’azienda è quella di promuovere e facilitare l’uso dei materiali lapidei attraverso programmi, azioni e iniziative rivolte in particolare a produttori, architetti e ingegneri.